Vincenzo Casilli

Vincenzo Casilli

Redattore, classe 1996, appassionato di musica e di ogni forma di intrattenimento.

"Dove la stampa è libera e tutti sanno leggere, non ci sono pericoli".
(Tronaste Jefferson)

Tutto pronto per il ritorno in campo del Lecce: dopo 3 mesi di stop a causa del coronavirus, la squadra di Liverani riparte stasera e lo fa in grande stile, ospitando in casa al Via del Mare il Milan di Pioli.

I rossoneri tornano a giocare dieci giorni dopo la semifinale di Coppa Italia, pareggiata contro la Juventus, mentre i giallorossi tornano in campo dopo il lungo stop, in una gara che sa di rivalsa per il Lecce, finito terzultimo in classifica dopo l’ultima giornata regolarmente giocata prima del lockdown.

Il mister Fabio Liverani è carico per il ritorno in campo: "C'è tanta voglia, nonostante le incognite e le difficoltà che saranno tantissime. A causa della sosta paghiamo un prezzo abbastanza alto in termini di infortuni e squalifiche: mancheranno Barak, Farias, Deiola, Dell'Orco e Donati, ma i primi due saranno recuperabili a breve. Rispoli in difesa? E' un'alternativa a Donati e per forza di cose dovremo pensare a questo tipo di cambi. In mediana con due o tre defezioni le scelte diventano quasi obbligate e questo mi dispiace”.

Liverani avvisa, poi, il Milan: “Ho sempre detto che la mia squadra non rispetta i pronostici, nel bene o nel male, perché possiamo vincere e perdere con chiunque”.

L’incontro Lecce-Milan verrà trasmesso in diretta da Sky su Sky Sport Serie A (canale 202) a partire dalle 19:30, con la telecronaca di Andrea Marinozzi e Nando Orsi. Sarà disponibile anche in streaming sulla piattaforma Skygo.

Le probabili formazioni di Lecce-Milan

Lecce (4-3-2-1) Gabriel; Rispoli, Lucioni, Rossettini, Calderoni; Majer, Petriccione, Tatchidis; Saponara, Mancosu; Lapadula

 

Milan (4-4-1-1) Donnarumma; Conti, Kjaer, Romagnoli, Theo Hernandez; Castillejo, Kessiè, Bennacer, Bonaventura; Calhanoglu; Rebic

Ottime notizie per la Regione Puglia: oggi, 14 giugno 2020, per la prima volta dall’inizio della pandemia si registrano zero contagi e zero decessi.

 Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 14 giugno 2020 in Puglia, sono stati registrati 1.344 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e NON sono risultati casi positivi.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 147.249 test e sono ben 3.565 i pazienti guariti, mente 418 sono i casi attualmente positivi al Covid 19.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 4.515, così suddivisi:

1.488 nella provincia di Bari;

380 nella provincia di Bat;

656 nella provincia di Brindisi;

1.164 nella provincia di Foggia;

519 nella provincia di Lecce;

280 nella provincia di Taranto;

28 attribuiti a residenti fuori regione.

E da domani, 15 giugno, riaprono discoteche all'aperto, di aree giochi attrezzate per bambini, wedding e ricevimenti per eventi, attività formative in presenza, sale slot, sale giochi e sale scommesse; lo ha deciso il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha firmato l'ordinanza per la riapertura.

Lo stesso provvedimento firmato dal Presidente fissa al 22 giugno, invece, la riapertura delle attività ludico-ricreative ed educative-sperimentali per la prima infanzia (3-36 mesi), delle attività ludico-ricreative di educazione non formale e attività sperimentali di educazione all'aperto (outdoor education) per bambini e adolescenti di età compresa tra fra i 3 ed i 17 anni, dei campi estivi.

 

Potranno riprendere, invece, dal 25 giugno gli sport di contatto. Michele Emiliano ha spiegato: "C'è un grande lavoro dietro questi atti. L'ordinanza contiene, infatti, le linee guida regionali con le misure idonee a prevenire o ridurre il rischio di contagio per le attività oggetto di riapertura, risultato di un approfondito studio tra i nostri esperti e gli operatori".

Sono stati annunciati i giudici della prossima edizione del talent show X Factor: saranno Mika, Emma Marrone, Manuel Agnelli e il rapper Hell Raton. 

Due graditi ritorni, quello di Mika e Manuel Agnelli, e due new entry per la squadra di Sky Uno, quelle del rapper Hell Raton e di Emma Marrone. L’ingresso della cantante salentina nella squadra dei giudici del talent è il vero colpaccio messo a segno da Sky, che tenterà di far tornare in auge lo show, dopo gli ultimi anni in cui ha avuto un po’ di acciacchi derivanti dai tanti anni di messa in onda.

Emma Marrone è una delle voci più amate del panorama musicale italiano ed europeo. Artista versatile ed eclettica, è reduce dal grande successo del suo album di inediti “Fortuna”, pubblicato nell’ottobre 2019. Il singolo “Io sono bella”, scritto appositamente per lei da Vasco Rossi, è stato per settimane il brano più trasmesso dalle radio italiane. A febbraio 2020 ha partecipato, come super ospite della prima serata, al 70° Festival di Sanremo e nello stesso mese ha debuttato al cinema come attrice nel film “Gli anni più belli” di Gabriele Muccino.

La sua forte personalità e il suo stile inconfondibile la rendono anche una super star sui social con oltre 4 milioni e 500 mila follower su Instagram, oltre 3 milioni di “like” su Facebook, più di 2 milioni e 500 mila follower su Twitter, 400 milioni di visualizzazioni sul canale ufficiale Youtube.

«Ho sempre amato le sfide perché mi spingono a tirare fuori il meglio di me o almeno lo spero! - racconta Emma - Stiamo vivendo un periodo “strano” e inevitabilmente anche questa edizione di X Factor sarà “diversa” dalle precedenti. Mi auguro che la musica e l’intrattenimento siano di grande aiuto per lanciare un messaggio positivo di rinascita e di ripartenza, soprattutto per tutti i ragazzi e le ragazze che si mettono in gioco per il loro grande sogno. Non vedo l’ora di condividere questo ruolo con gli altri giudici che sono artisti che stimo molto. Faremo del nostro meglio! Ne sono sicura!»

Dopo lo stop forzato derivante dall’emergenza epidemiologica di Covid 19, la Serie A riparte finalmente, tra dubbi ed incertezze, dal 20 giugno.

Il campionato riprenderà con i recuperi della 26esima giornata e poi si partirà con la 27esima, già qualche giorno dopo.

Sarà proprio Lecce-Milan ad aprire il programma della 27esima giornata di campionato. La sfida tra giallorossi e rossoneri si giocherà lunedì 22 giugno con inizio fissato alle ore 19.30.

Al match saranno presenti in totale 300 persone tra calciatori, dirigenti e addetti ai lavori, compresi giornalisti (dieci persone) e fotografi (dieci persone). 

Sarà importante già dalla prima gara per la squadra di Liverani puntare al massimo, in chiave salvezza.

Ecco tutti gli appuntamenti del Lecce con la Serie A:

 

- 22 giugno LECCE-Milan ore 19.30 (Sky)

- 26 giugno Juventus-LECCE ore 21.45 (Sky)

- 01 luglio LECCE-Sampdoria ore 21.45 (Dazn)

- 04 luglio Sassuolo-LECCE ore 19.30 (Sky)

- 07 luglio LECCE-Lazio ore 19.30 (Sky)

- 12 luglio Cagliari-LECCE ore 19.30 (Sky)

- 15 luglio LECCE-Fiorentina ore 21.45 (Sky)

- 19 luglio Genoa-LECCE ore 19.30 (Sky)

- 22 luglio LECCE-Brescia ore 21.45 (Sky)

Ancora da decidere

  • Bologna-LECCE
  • Udinese-LECCE
  • LECCE - Parma
 
Finalmente ieri è arrivata la notizia che tutti gli amanti del calcio aspettavano con trepidazione: la ripresa della Serie A ha una data, quella del 20 giugno. 
Ma quando saranno disputate le partite?
Vediamo nel dettaglio il calendario della ripresa della Serie A.
 
Sabato 20-domenica 21 giugno: recuperi 25.a giornata
 
ATALANTA-SASSUOLO
INTER-SAMPDORIA
TORINO-PARMA
VERONA-CAGLIARI
 
Martedì 23-mercoledì 24 giugno: 27.a giornata
 
ATALANTA-LAZIO
BOLOGNA-JUVENTUS
FIORENTINA-BRESCIA
GENOA-PARMA
INTER-SASSUOLO
LECCE-MILAN
ROMA-SAMPDORIA
SPAL-CAGLIARI
TORINO-UDINESE
VERONA-NAPOLI
 
Sabato 27-domenica 28 giugno: 28.a giornata
 
BRESCIA-GENOA
CAGLIARI-TORINO
JUVENTUS-LECCE
LAZIO-FIORENTINA
MILAN-ROMA
NAPOLI-SPAL
PARMA-INTER
SAMPDORIA-BOLOGNA
SASSUOLO-VERONA
UDINESE-ATALANTA
 
Martedì 30 giugno-mercoledì 1 luglio: 29.a giornata
 
ATALANTA-NAPOLI
BOLOGNA-CAGLIARI
FIORENTINA-SASSUOLO
GENOA-JUVENTUS
INTER-BRESCIA
LECCE-SAMPDORIA
ROMA-UDINESE
SPAL-MILAN
TORINO-LAZIO
VERONA-PARMA
 
Sabato 4-domenica 5 luglio: 30.a giornata
 
BRESCIA-VERONA
CAGLIARI-ATALANTA
INTER-BOLOGNA
JUVENTUS-TORINO
LAZIO-MILAN
NAPOLI-ROMA
PARMA-FIORENTINA
SAMPDORIA-SPAL
SASSUOLO-LECCE
UDINESE-GENOA
 
Martedì 7-mercoledì 8 luglio: 31.a giornata
 
ATALANTA-SAMPDORIA
BOLOGNA-SASSUOLO
FIORENTINA-CAGLIARI
GENOA-NAPOLI
LECCE-LAZIO
MILAN-JUVENTUS
ROMA-PARMA
SPAL-UDINESE
TORINO-BRESCIA
VERONA-INTER
 
Sabato 11-domenica 12 luglio: 32.a giornata
 
BRESCIA-ROMA
CAGLIARI-LECCE
FIORENTINA-VERONA
GENOA-SPAL
INTER-TORINO
JUVENTUS-ATALANTA
LAZIO-SASSUOLO
NAPOLI-MILAN
PARMA-BOLOGNA
UDINESE-SAMPDORIA
 
Martedì 14-mercoledì 15 luglio: 33.a giornata
 
ATALANTA-BRESCIA
BOLOGNA-NAPOLI
LECCE-FIORENTINA
MILAN-PARMA
ROMA-VERONA
SAMPDORIA-CAGLIARI
SASSUOLO-JUVENTUS
SPAL-INTER
TORINO-GENOA
UDINESE-LAZIO
 
Sabato 18-domenica 19 luglio: 34.a giornata
 
BRESCIA-SPAL
CAGLIARI-SASSUOLO
FIORENTINA-TORINO
GENOA-LECCE
JUVENTUS-LAZIO
MILAN-BOLOGNA
NAPOLI-UDINESE
PARMA-SAMPDORIA
ROMA-INTER
VERONA-ATALANTA
 
Martedì 21-mercoledì 22 luglio: 35.a giornata
 
ATALANTA-BOLOGNA
INTER-FIORENTINA
LAZIO-CAGLIARI
LECCE-BRESCIA
PARMA-NAPOLI
SAMPDORIA-GENOA
SASSUOLO-MILAN
SPAL-ROMA
TORINO-VERONA
UDINESE-JUVENTUS
 
Sabato 25-domenica 26 luglio: 36.a giornata
 
BOLOGNA-LECCE
BRESCIA-PARMA
CAGLIARI-UDINESE
GENOA-INTER
JUVENTUS-SAMPDORIA
MILAN-ATALANTA
NAPOLI-SASSUOLO
ROMA-FIORENTINA
SPAL-TORINO
VERONA-LAZIO
 
Martedì 28-mercoledì 29 luglio: 37.a giornata
 
CAGLIARI-JUVENTUS
FIORENTINA-BOLOGNA
INTER-NAPOLI
LAZIO-BRESCIA
PARMA-ATALANTA
SAMPDORIA-MILAN
SASSUOLO-GENOA
TORINO-ROMA
UDINESE-LECCE
VERONA-SPAL
 
Sabato 1-domenica 2 agosto: 38.a giornata
 
ATALANTA-INTER
BOLOGNA TORINO
BRESCIA-SAMPDORIA
GENOA-VERONA
JUVENTUS-ROMA
LECCE-PARMA
MILAN-CAGLIARI
NAPOLI-LAZIO
SASSUOLO-UDINESE
SPAL-FIORENTINA.
 
Il Lecce di Mister Liverani ha ripreso l’allenamento collettivo all'Acaya Golf & Resort SPA, in vista della prima partita dopo il lungo stop, che sarà in casa al Via Del Mare martedì 23 o mercoledì 24 giugno, dove ospiterà il Milan. Ancora non si conoscono i dettagli circa l’orario in cui verrà disputata. 
 
La squadra giallorossa si trova attualmente in 18º posizione nella classifica, a due punti dalla Spal e ben 9 punti sopra il Brescia di Balotelli.  
 
Sticchi Damiani: “Speravo nella ripartenza. La nostra situazione finanziaria è lineare.”
 
Intervenuto ai microfoni di Zona Cesarini su Rai Radio1, il presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani ha affrontato il tema della ripartenza della Serie A, dichiarandosi soddisfatto della decisione del ministro Spadafora e del Governo: “Speravo nella ripartenza. Non per il nostro stato d’animo, visto che è un momento complicatissimo e non c’è tanta voglia di giocare peraltro senza pubblico, una cosa che fa venire meno l’essenza del calcio. Ma ci rendiamo conto che la nostra industria deve ripartire“ - continuando - “La situazione del Lecce è lineare dal punto di vista finanziario: uno stop non sarebbe stato un dramma. I piani B o C sono ipotesi, ma speriamo che la stagione si possa concludere regolarmente, visto che gli scenari alternativi, play-off, play-out o cristallizzazione della classifica, creerebbero mille problemi dal punto di vista giuridico. Sono preoccupato perché la squadra non è stata costruita per impegni ravvicinati, ma anche sereno perché ho un gruppo straordinario dei ragazzi, peraltro molto maturi visto che abbiamo trovato subito la quadra sulla questione stipendi“. Infine, sui diritti tv, il presidente giallorosso è stato chiaro: “Gli altri broadcaster hanno già comunicato l’intenzione di pagare per intero la rata finale in caso di ripresa. Ora si riparte e credo che anche Sky sia portata ad adeguarsi. Penso e spero che questo problema sia fisiologicamente risolto. E’ impensabile che non venga pagata l’ultima rata dei diritti televisivi, senza peraltro alcuno sconto sulla stagione successiva, visto che questo campionato e’ stato interrotto per un evento straordinario e non per colpa di qualcuno“.

Finalmente è arrivata la notizia che tutti gli amanti del calcio aspettavano da tempo: il Ministro Vincenzo Spadafora e le componenti della Federcalcio hanno deciso, in un incontro decisivo tenuto nel pomeriggio e concluso da pochi minuti, che la Serie A ripartirà dal 20 giugno.

"Adesso ci sono le condizioni per ripartire", dichiara Spadafora - specificando che "non ha mai voluto frapporre ostacoli". 

Abbiamo fatto una riunione molto utile, come detto il calcio sarebbe ripartito quando ci sarebbero state tutte le condizioni di sicurezza e dopo l’ok del Cts. L’Italia sta ripartendo è giusto che riparta anche il calcio“: continua il titolare del ministero dello Sport Spadafora.

Si attende ancora di comprendere la situazione legata agli orari in cui verranno giocati gli incontri, dato che in piena stagione estiva sarà difficile disputare le gare nel pomeriggio: nei giorni della settimana gli orari andranno ancora definiti, mentre per i weekend si va sui tre scaglioni delle 17:15, delle 19:30 e delle 21:30, per evitare le ore più calde della giornata.

Intanto il Lecce di Liverani ha ricominciato gli allenamenti di gruppo, all'Acaya Gold & Resort SPA, in attesa del 20 giugno dove si deciderà sul campo il destino della squadra giallorossa.

Ancora non è certo quando e sopratutto in che modo possa ripartire la Serie A, dato che è previsto l’incontro ufficiale tra FIGC e il ministro dello Sport Spadafora insieme al Premier Conte per domani, 28 maggio.  

Durante l’incontro la Federazione dovrebbe presentare la proposta secondo la quale la Serie A dovrebbe ripartire il 13 o 20 giugno e chiudere il campionato il 20 agosto.

In attesa delle decisioni ufficiali però, il Lecce è tornato oggi ad allenarsi in maniera collettiva sul campo dell'Acaya Gold & Resort SPA, dopo aver effettuato sedute individuali per diverse settimane. 

 

 

 

Si chiamerà START (Sostegno al reddito per la ripartenza), la nuova misura straordinaria elaborata dalla Regione Puglia a beneficio dei lavoratori autonomi e dei professionisti a basso reddito.

 Cos’è Start? Un sostegno a fondo perduto, finanziato con 125 milioni di euro, nell’ambito della nuova manovra economica anti Covid 19, così come modificata e approvata oggi in Giunta, messa a punto dalla Regione attraverso la riprogrammazione dei fondi europei (per un totale di 750 milioni di euro).

Sarà destinata ai lavoratori autonomi, alle partite IVA e ai professionisti che a causa del lockdown si sono impoveriti e sono in difficoltà con la ripartenza.

Una boccata di ossigeno concreta per circa 60 mila pugliesi la cui soglia reddituale è sotto i 20 mila euro – ha commentato il presidente della Regione Puglia Michele Emilianoè una misura inedita e importante che caratterizza l’impianto della manovra socioeconomica del Governo regionale. La nostra attenzione si è soffermata soprattutto su tre importanti livelli: le fragilità assolute, le partite IVA, i professionisti a basso reddito dimenticati. (complessivamente in ambito sociale sono stati stanziati 141 milioni di euro) e le imprese. In questo modo – ha concluso Emiliano - possiamo dire che nessuno è stato lasciato da solo”.

 La platea beneficiaria della misura START riguarderà:

- Professionisti e lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata e continuativa, in tale categoria rientra il numeroso popolo delle partite IVA costituito da lavoratori autonomi iscritti alla gestione separata INPS e privi di tutela da parte del sistema privatistico delle professioni riconosciute (25 mila circa);

 

- professionisti iscritti alle casse di previdenza che peraltro sono stati dimenticati dal Decreto Rilancio. (35 mila circa).

 

Ora gli uffici sono al lavoro per la pubblicazione dell’Avviso che sarà rapido e soprattutto molto semplificato per consentire la più veloce erogazione delle risorse ai beneficiari” ha aggiunto la consigliera del Presidente Titti De Simone che ha curato la progettazione della misura START insieme al prof. Vito Peragine, con l’ausilio degli Uffici regionali che ne hanno approfondito gli aspetti tecnici, sotto il coordinamento del Segretario generale Roberto Venneri.

 

La Regione Puglia – ha continuato la De Simone - ha messo a punto con un grande lavoro di squadra una misura che va nella direzione di un ampliamento delle azioni di Welfare delle politiche regionali a sostegno delle nuove fragilità economiche che si sono acuite in questa fase di emergenza. Fra questi soprattutto tantissimi giovani, fra partite IVA, co.co.co. liberi professionisti a basso reddito”.

Esprime soddisfazione il vicepresidente del Consiglio della Regione Puglia, Peppino Longo, che in una nota dichiara:

Soddisfazione per il via libera in Giunta a START, la misura straordinaria di sostegno al reddito per la ripartenza, voluta dalla Regione Puglia e dedicata ai lavoratori autonomi e ai professionisti a basso reddito. Un sostegno a fondo perduto, finanziato con 125 milioni di euro che va a coprire le mancanze e i ritardi che ancora si registrano a livello nazionale soprattutto a danno di chi dalla crisi economica causata dalla pandemia, si sta velocemente impoverendo toccando a proprie spese la dimensione della disperazione, lavoratori autonomi, partite IVA e profressionisti: circa 60 mila pugliesi la cui soglia reddituale è sotto i 20 mila euro. I tempi che stiamo vivendo, a causa della pandemia di Covid-19, creano enormi disagi e nuove problematiche non solo dal punto di vista della gestione sanitaria, ma anche sotto l’aspetto economico e sociale. Problematiche che, come spesso accade in queste situazioni, si accaniscono soprattutto contro determinate categorie particolarmente deboli. Non c’è tempo da perdere ed è necessario mettere in campo tutte le iniziative necessarie, soprattutto al Sud, dove l’emergenza rischia di diventare sociale”.

Numeri rimasti pressochè invariati in Puglia quelli che rinvengono dall’ultimo bollettino pubblicato dalla Regione.

Il presidente Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 24 maggio 2020 in Puglia, sono stati registrati 1.832 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 11 casi, così suddivisi:

3 nella Provincia di Bari;

0 nella Provincia Bat;

1 nella Provincia di Brindisi;

7 nella Provincia di Foggia;

0 nella Provincia di Lecce;

0 nella Provincia di Taranto.

Ancora zero contagi nella Provincia di Lecce, mentre è stato registrato un decesso nella provincia di Bat.

 

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 103.570 test e sono ben 2.178 i pazienti guariti, mentre 1.793 sono sono i casi attualmente positivi al Covid 19.

 

Il numero totale dei casi positivi da Covid 19 in Puglia è di 4.458 così divisi:

 

1.465 nella Provincia di Bari;

381 nella Provincia di Bat;

652 nella Provincia di Brindisi;

1.142 nella Provincia di Foggia;

511 nella Provincia di Lecce;

278 nella Provincia di Taranto;

28 attribuiti a residenti fuori regione;

1 per il quale è in corso l'attribuzione della relativa provincia.

 

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l'acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

Sono stati mesi difficili per tutti i settori, che hanno dovuto fronteggiare l’emergenza coronavirus, e anche il mondo dello sport ha avuto le sue conseguenze.

 

Tutti i campionati sportivi, dilettantistici e non, si sono dovuti fermare ed adeguarsi al lockdown imposto dal governo e anche il mondo del calcio ha subìto le conseguenze: a partire dalle mancate entrate derivanti dal biglietti non venduti, fino ai campionati di fatto congelati.

In questi giorni, però, in linea con le direttive del Governo che hanno di fatto allentato le limitazioni imposte nei mesi precedenti, volte al contrasto del Covid 19, qualcosa sembra cambiare in meglio.

La FIGC, infatti, ha stabilito che Serie A, Serie B e Serie C potranno concludere la stagione, mentre ha imposto lo stop per i dilettanti. La data-limite per chiudere la stagione 2019-2020 è il 31 agosto. In Serie A in caso di nuovo stop possibili playoff e playout.

Le date certe della ripartenza si stabiliranno il 28 maggio, giorno dell’incontro tra il ministro dello Sport Spadafora e i vertici del calcio, che nell’occasione presenteranno la seguente proposta: 

  • Serie A partenza 13 o 20 giugno e chiusura 20 agosto

 

  • Serie B 20 giugno-20 agosto

 

  • Lega Pro con inizio da metà luglio, giocando direttamente playoff e playout

 

Il Ministro Spadafora ha dichiarato a riguardo: "Ho convocato poco fa una riunione per il 28 maggio alle ore 15 con i presidenti Gravina e Dal Pino, perchè credo che giovedì prossimo avremo tutti i dati a disposizione per poter decidere se e quando ripartirà il campionato. Playoff possibili? L’importante sarà eventualmente ripartire con la ferma intenzione di portare a termine la competizione, poi decideranno le Federazioni le modalità e i format da adottare".

Non si sa ancora, quindi, in che modo potrà ripartire il massimo campionato di calcio, in totale sicurezza, ma intanto il Lecce ha ripreso i suoi allenamenti individuali, in vista della ripresa di quelli di squadra, che dovranno ricominciare a breve.

 

Pagina 1 di 2
© 2020 Associazione TOTEM NORD SALENTO - P.I. 04700300751 • powered by PLUSadv