Sport

È gennaio e come ogni inizio anno che si rispetti, oltre che al freddo arriva puntuale come un orologio svizzero, anche il calciomercato.

Anche la squadra del DS Corvino ha cominciato ufficialmente la campagna acquisti 2021, con l’arrivo ufficiale del calciatore Morten Hjulmand, proveniente dal FC Admira Wacker Mödling è arrivato a Lecce a a titolo definitivo: il centrocampista danese, classe 1999, ha sottoscritto un accordo della durata di quattro anni con opzione per il quinto.

Un altro arrivo in procinto di fare capolino a Lecce è Fabio Pisacane, di cui manca solo l’ufficialità, ma già atterrato all’aeroporto di Brindisi. Il difensore è giunto in serata nel Salento con un aereo proveniente da Roma. L’ex difensore del Cagliari firmerà, con molta probabilità, un contratto che lo legherà ai giallorossi fino a giugno 2022. Il mister Corini potrà, dunque, forse già contare su di lui già per la prossima sfida in casa contro l’Empoli.

Altro arrivo in casa giallorossa è Boban Nikolov, centrocampista classe ’94 del Mol Fehervar, club ungherese. Il macedone si è già sottoposto alle visite mediche di rito questo pomeriggio, per poi firmare il contratto che lo legherà ai salentini.

E per gente che viene, gente che va: l’U.S. Lecce ha, infatti, comunicato di aver ceduto a titolo definitivo il diritto alle prestazioni sportive del calciatore Luca Rossettini al Calcio Padova.

Attesissimo il big match della giornata, quello tra Lecce e Monza, che al "Via del Mare" si sono affrontate in occasione della 17^ giornata del campionato di Serie B.

Il Lecce arriva dopo il pareggio contro il Cittadella, finito per 2-2, mentre il Monza di Brocchi da ben 3 vittorie consecutive, che sono valse alla squadra del Cavaliere il 3º posto momentaneo in classifica di Serie B.

Il Monza parte con un modulo speculare solo sulla carta con Frattesi, Barberis e Barillà a centrocampo e con Boateng alle spalle in attacco.

Gara in equilibrio per tutta la durata del primo tempo al Via del Mare, dove il il Monza ha tenuto il pallino del gioco per vari minuti, mentre il Lecce ha sviluppato qualche occasione importante negli ultimi minuti finali.

Il risultato dopo il primo tempo è giusto: 0-0 e palla al centro per una partita che vale oro. Era da diverse giornate che il Lecce di Corini non finiva il primo tempo senza aver subito goal.

Il secondo tempo parte subito alla grande, con entrambe le squadre nel match.

Dopo le fiammate di inizio ripresa, però, i ritmi sono nettamente calati per entrambe le squadre, complice anche la stanchezza derivante dalle troppe gare in poche giornate.

Un cartellino rosso per il Monza negli ultimi minuti riaccende gli animi del Lecce, che con un uomo in più tenta il sorpasso. Due calci d’angolo consecutivi per il Lecce in zona cesarini fanno sperare alla squadra di Corini il goal del vantaggio, ma non è così.

La partita termina per 0-0 e con un punto a testa per entrambe le squadre: punto fondamentale che però non smuove di tanto la classifica.

Dopo una breve e meritata pausa, il prossimo impegno ufficiale per il Lecce sarà contro la Reggina sabato 16 gennaio 2021, alle 16:00.

Sono scese in campo oggi, mercoledì 30 dicembre, Cittadella e Lecce, per disputare la sedicesima giornata di campionato di Serie B.

I giallorossi arrivano dopo la vittoria al cardiopalma contro il Vicenza per 2-1, mentre il Cittadella da ben 4 vittorie consecutive, che spingono i ragazzi di Venturato all’ennesimo trionfo.

Entrambe le squadre agguerrite sin dai primi minuti, entrambe alla ricerca del goal, che arriva già all’8’ minuto, da parte di Ogunseye del Cittadella: D'Urso calibra dalla sinistra e Ogunseye svetta su Zhuta battendo di testa Gabriel.

Bastano pochi minuti per la squadra di Corini, ancora out a causa del coronavirus e sostituito da Salvatore Lanna, per rimontare il Cittadella. Al 18’ arriva la rete siglata Massimo Coda, che su contropiede dell’ottimo Tachsidis, mette a segno il pareggio.

I giallorossi però non vogliono tornare negli spogliatoi con un pareggio, tanto che agli sgoccioli del primo tempo arriva la doppietta di Massimo Coda, sempre lui, a siglare il 2-1 per il Lecce: su cross di Tachtsidis, Stepinski cambia gioco per Coda che controlla e con un piatto preciso non lascia scampo a Kastrati, mettendola direttamente in rete.

Stępiński a fine primo tempo: “Possiamo fare di più, così si vince il campionato”

Il centravanti del Lecce Stępiński, al termine del primo tempo, ha commentato ai microfoni di DAZN l’1-2 in casa del Cittadella.

Ecco le sue parole:

Questa era la nostra idea per la partita: allungare un po’ il Cittadella e attaccare la porta. Lo abbiamo fatto bene per due volte e speriamo di fare di più nel secondo tempo. Non è un buon momento per noi ma con queste partite si vince il campionato.”

Comincia il secondo tempo ed entrambe le squadra ritornano in campo vogliose di vittoria.

Dopo varie occasioni per la squadra di Corini, arriva però al 64’ il goal di Tavernelli del Cittadella, su traversone di Donnarumma, Tavernelli di testa la gira alle spalle di Gabriel, che sigla il pareggio.

Il Lecce è ancora vivo, tenta varie occasioni, ma non riesce a centrare il goal del vantaggio. La partita termina 2-2.

Un pareggio che regala un punto ciascuno a Lecce e Cittadella, che di fatto non scuote la classifica di Serie B.

Al termine della gara, Massimo Coda ha commentato ai microfoni di DAZN il 2-2 tra Cittadella e Lecce. Ecco le sue parole:

Siamo stati bravi a tenere gli avversari sul piano degli scontri fisici ma abbiamo sbagliato le letture dei cross. Per andare in A dobbiamo migliorare in diversi aspetti, prendiamo troppi gol. In campo cerco di meritarmi la Serie A. Dedico il gol a mia sorella che compie gli anni.”

Prossimo impegno ufficiale per il Lecce di Corini sarà contro il Monza di Balotelli e Boateng, lunedì 4 gennaio alle 16:00, per la prima gara del 2021.

Si è giocato oggi, sabato 27 dicembre, Lecce - Vicenza, gara valida per la 15º giornata di campionato di Serie B.

I giallorossi scendono in campo col solito 4-3-1-2, in attacco spazio a Stepinski e Coda a supportati da Mancosu. I biancorossi rispondono, invece, col 4-4-2.

Un Lecce dentro la partita già dai primi minuti, che mette sin da subito pressione al Vicenza. Un errore di distrazione però vale l’1-0 per la squadra avversaria, che al 15’ mette in rete un goal con un'azione che si sviluppa sulla destra, Dalmonte prolunga di testa per Zonta il cui cross basso attraversa tutta l'area piccola; sul secondo palo c'è Marotta che deposita direttamente in rete.

Dopo diverse palle goal dei giallorossi, il primo tempo si chiude con il Vicenza in vantaggio per 1-0: decide la gara, per ora, il gol di Marotta, in scivolata sul secondo palo, che arriva proprio nel momento di maggiore pressione da parte del Lecce, che aveva appena sfiorato la rete con Lucioni di testa.

Inizia il secondo tempo, con un Lecce che è ancora più concentrato sulla partita, ma non trova l’occasione giusta. Tempo di cambi per i ragazzi di Corini, fuori Majer, dentro Liam Henderson e fuori Stępiński e dentro Pablo Rodríguez, che fa il suo debutto nel Lecce e in Italia.
Il Lecce ci crede ancora, e per nessuna ragione al mondo vuole darla vinta agli avversari: al 69’ arriva, infatti, la bomba firmata Capitan Mancosu: imbeccato all'ingresso in area da Henderson, fa lo slalom tra due difensori e con il tocco sotto supera Grandi, guadagnandosi di diritto un posto nella classifica delle reti più belle della giornata in corso.

Passano solo 3 minuti e arriva il goal del vantaggio della squadra di Corini, firmato da Pablo Rodriguez. Il ragazzo spagnolo, arrivato a Lecce dal Real Madrid, corregge in rete il tiro di Henderson, mettendolo dentro in scivolata.

Negli ultimi minuti arriva il goal del Vicenza, che sarebbe valso il pareggio, ma giudicato irregolare dal direttore di gara.
Finisce così 2-1 la partita tra Lecce e Vicenza, e la squadra di Corini può tirare un sospiro di sollievo, dopo due partite consecutive andate in malora.

Tre punti fondamentali per il Lecce, che torna in 5º posizione nella classifica di Serie B, con 24 punti.

Il capitano del Lecce Marco Mancosu, è intervenuto ai microfoni di Dazn, al termine della gara contro il Vicenza: “Questa vittoria significa tanto. Siamo in difficoltà, non ne siamo ancora usciti. Oggi non abbiamo fatto una prestazione all’altezza, ma i tre punti sono importanti e li dedichiamo a Marcolino, che si è sottoposto a un intervento. Non siamo guariti, l’ho detto, siamo in difficoltà. Dobbiamo solo continuare a lavorare e ritrovare lo spirito d’unione che ci è mancato nell’ultimo periodo.

Su Rodriguez: "Pablo è un ragazzo un po’ strano, anche in allenamento non si ferma mai: deve intervenire due-tre volte il massaggiatore. Ha voglia, ma deve abituarsi al nostro calcio. Oggi è stato il giusto premio per lui”.

Su Corini: “Muoviti a rientrare, altrimenti è un casino (sorride, ndr): serve l'allenatore che bacchetta i propri calciatori. Adesso pensiamo al Cittadella, l’avversario più difficile da affrontare in questo finale di 2020. Lì abbiamo sempre preso scoppole, dovremo affrontarlo nel modo giusto”.


Prossimo impegno per la squadra di Corini sarà contro il Cittadella, già questo mercoledì , alle 15;00.

 

Si è giocato oggi, sabato 19 dicembre, l’anticipo valido per la 13º giornata di campionato di Serie B, Lecce - Pisa.

I ragazzi di Corini scendono in campo dopo tre pareggi consecutivi, che hanno di fatto temporaneamente frenato la corsa del Lecce per il primo posto in classifica, mentre il Pisa di D’Angelo arriva da due vittorie e un pareggio, in campo contro il Pescara.

Inizio shock per il Lecce, che subisce già al 2’ del primo tempo il goal di Danilo Sottimo, su errore di Meccariello, che si lascia sfuggire la palla proprio vicino la rete giallorossa.

Un Lecce completamente sottotono, tanto che al 17’ del primo tempo arriva il 2-0 del Pisa, su gol di Gucher, che lancia una bomba quasi da metà campo, che finisce direttamente in rete.

Primo tempo disastroso per i giallorossi, che tornano negli spogliatoi con due reti sotto e con un pesante 2-0, difficile da recuperare.

Nel secondo tempo il Lecce riparte con capitan Mancosu e Massimo Coda, che però non riescono a far riemergere dalle ceneri i giallorossi, tanto che al 68’ arriva il pesantissimo 3-0 di Sibilli, che di destro dalla distanza strappa le ultime ragnatele dagli angolini della porta di Gabriel.

Alla squadra giallorossa in questa partita è mancato il sangue e la fame di vittoria: il risultato è un pesantissimo 3-0 in casa, che non si vedeva da tempo e che segna un brutto momento per la squadra di Corini, che non trova la vittoria ormai da quattro giornate.

Scivola, quindi, al posto in classifica con 21 punti conquistati, al pari con il Venezia, la squadra giallorossa, che sarà impegnata già questo martedì alle 19:00 con un big match contro la Spal al Mazza di Ferrara, valido per la 14º giornata di Serie B.

Pagina 1 di 35
© 2020 Associazione TOTEM NORD SALENTO - P.I. 04700300751 • powered by PLUSadv