Ventiseienne accoltellato all'addome: si era fermato a difendere un amico da un'aggressione

a cura della 28 Giugno 2020 1075

Avrebbe detto ai medici di essere stato accoltellato mentre cercava di difendere un amico da un'aggressione.

L.Z., 26 anni, di Novoli, con piccoli precedenti alle spalle, si è recato al Pronto Soccorso dell'Ospedale "Vito Fazzi" di Lecce raccontando agli operatori sanitari che nella notte di venerdì scorso si sarebbe fermato ad aiutare un amico coinvolto in una discussione lungo la strada che collega Campi Salentina con Squinzano, e qui sarebbe stato accoltellato al basso ventre da uno dei litiganti. Qualche ora dopo l'accaduto, dopo essere tornato a casa, il giovane si sarebbe però reso conto della necessità di farsi curare, e avrebbe raggiunto il nosocomio leccese insieme alla madre, dove i medici hanno ritenuto opportuno eseguire un intervento all'intestino, perforato dall'arma. Il 26enne non sarebbe in pericolo di vita. Gli investigatori della Squadra Mobile di Lecce indagano sull'accaduto, mentre il novolese, per il momento, avrebbe riferito ai militari di non essere in grado di riconoscere chi l'abbia colpito.

Redazione

"Ogni giorno con voi pronti a riconoscere la verità ovunque essa sia

© 2020 Associazione TOTEM NORD SALENTO - P.I. 04700300751 • powered by PLUSadv