Misure temporanee preventive per contenere l'epidemia: chiusi i mercati e il cimitero comunale

a cura della 31 Marzo 2021 1397

A seguito della dichiarazione di emergenza nazionale di salute pubblica dell’Organizzazione Mondiale della Sanità del 30 Gennaio 2020 (dichiarata pandemia in data 11 marzo 2020), il Consiglio dei Ministri deliberava lo stato di emergenza nazionale,

poi prorogato con successivi provvedimenti fino alla Delibera del 13 gennaio 2021. Considerato l’evolversi della situazione epidemiologia, il carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e l’incremento dei casi sul territorio nazionale e, in particolare, nel comune di Squinzano, alla luce dei dati trasmessi dalla Regione Puglia si ritiene indispensabile adottare misure urgenti temporaneamente più restrittive coerenti con l’impostazione e gli obiettivi del DPCM 2 marzo 2021. Perciò, dal 31 marzo al 6 aprile 2021, si ordina la chiusura del cimitero comunale, con esclusione delle attività non differibili o non rinviabili, come tumulazioni ed estumulazioni, la chiusura dei mercati settimanali su area pubblica e l’intensificazione di controlli da parte della Polizia Locale, al fine di garantire il rispetto delle regole. Nei confronti di eventuali trasgressori verranno applicate le sanzioni amministrative e penali previste dalla normativa vigente, compresa la denuncia all’ autorità competente per l’accertamento delle responsabilità, ai sensi del’art. 650 c.p.

Redazione

"Ogni giorno con voi pronti a riconoscere la verità ovunque essa sia

© 2020 Associazione TOTEM NORD SALENTO - P.I. 04700300751 • powered by PLUSadv