Beppe Fiorello si racconta in un gioco di specchi tra il mito Domenico Modugno e suo padre

di 11 Gennaio 2021 175

"Penso che un sogno così". E' il celebre titolo di una canzone che molti conoscono, soprattutto le vecchie generazioni, quelle che il mito Domenico Modugno ce l'hanno nel sangue, l'hanno vissuto, l'hanno considerato uno di famiglia.

Ma è anche il titolo del programma che andrà in onda questa sera, lunedì 11 gennaio 2021, su Rai 1, e che vedrà sul palco il talentuoso, espressivo ed eclettico Beppe Fiorello, fratello del noto Rosario e della scrittrice, tanto legata al Salento, Catena.
Un programma che, seppur racconterà in maniera profonda, viscerale e senza veli, della storia della famiglia Fiorello, vuole essere anche un tributo al "Mimmo" nazionale, al cantautore e chitarrista salentino, considerato uno dei padri della musica leggera italiana, autore di oltre 200 canzoni, attore in diversi film per il cinema e la televisione, e vincitore di quattro Festival di Sanremo, uno dei quali con l'intramontabile "Nel blu dipinto di blu".
Uno spettacolo, quello di stasera, dove si intersecheranno le vite dei due artisti, quella di Beppe Fiorello che racconterà della sua famiglia, del padre Nicola e della strada fatta per diventare artisti affermati, e quella del cantautore originario di Polignano a Mare, ma che per alcuni anni è vissuto e cresciuto nel vicino Comune di San Pietro Vernotico, dove comincia ad andare a scuola e ad imparare il dialetto vernacolo sanpietrano, lingua nella quale scriverà le sue prime canzoni. L'artista Beppe Fiorello è legato alla figura di Modugno già da diverso tempo, da quando si calò nei suoi panni per il film di successo "Volare- La grande storia di Domenico Modugno", andato in onda sempre sulla Rai nel 2013, dopo il quale si sono susseguiti spettacoli teatrali che hanno contato circa 350 repliche in vari teatri d'Italia, naturalmente in periodo pre-Covid.
Lavoro, progresso e immigrazione: questi i temi fondamentali dello spettacolo televisivo al quale stasera prenderanno parte diversi ospiti come il chitarista Daniele Bonaviri, l'arrangiatore Fabrizio Palma, Pierfrancesco Favino, Paola Turci, Serena Rossi, Francesca ChillemiEleonora Abbagnato, e lo stesso Rosario Fiorello che indosserà la divisa da finanziere del padre prematuramente scomparso, per un momento che, come ha dichiarato il fratello Giuseppe: "sarà davvero un momento speciale, inedito, originale. Vedremo un Fiorello intimo, molto intenso, che uscirà forse per la prima volta dal suo personaggio per mettersi a nudo e fare qualcosa di completamente diverso".
Tutti sintonizzati sulla Rai, quindi, per apprezzare e godere di un connubio di arte, talento, espressività, storia e genialità, che ruoterà intorno alla vita e ai successi di un salentino che, come tanti altri, ha reso grande il nome della nostra terra.

Ilaria Bracciale

Redattrice

"La comunicazione avviene quando, oltre al messaggio, passa anche un supplemento d’anima."
(Henri Bergson)

© 2020 Associazione TOTEM NORD SALENTO - P.I. 04700300751 • powered by PLUSadv