Si convince di aver contratto il Coronavirus e tenta il suicidio: salvato da un parente

L'epidemia da Coronavirus sta suscitando ansia, panico e un senso di psicosi che a volte può eccedere in comportamenti assolutamente irrazionali ed irragionevoli.

Come accaduto per un 65enne di Veglie che, convinto di essere stato infettato dal Covid 19, ha pensato, probabilmente, che fosse meglio togliersi la vita anziché affrontare la 'possibile' malattia, legandosi un laccio al collo nel garage di casa. A scongiurare il peggio, il tempestivo intervento di un parente che avrebbe sfondato la porta, salvando la vita al 65enne, portato poi in ospedale dagli operatori sanitari intervenuti sul posto, per i controlli del caso. Qui sarebbe stato poi effettuato il tampone (risultato negativo) e si sarebbe accertata un'infezione alle corde vocali, assolutamente curabile e non grave, che ha tranquillizzato l'uomo e la sua famiglia. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri della locale stazione e i colleghi del Norm di Campi Salentina.

Ottica Fiorentina