Paura in macelleria: esplode bombola di gas, dipendente ricoverato nel reparto ‘Grandi Ustioni’

Paura a Torre Lapillo, frazione di Porto Cesareo, nella giornata di ieri, giovedì 29 agosto 2019, in una macelleria del posto, “La boutique della Carne”.

Poco dopo le 11 di mattina, nel retro del locale, la proprietaria, 42 anni, di Veglie, avrebbe sentito un forte odore di gas di gas provenire dalla cucina e avrebbe chiesto al suo convivente e dipendente, G.D.M., 44 anni, anche lui di Veglie, di controllare la situazione. Ma purtroppo le cose sono velocemente degenerate; quando l’uomo si è avvicinato alla bombola che eroga il gas, sarebbe partita una violenta combustione che l’ha colpito, facendo cadere per terra. Immediati i soccorsi: sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco del distaccamento di Veglie, i Carabinieri della stazione di Porto Cesareo per i rilievi del caso e gli operatori del 118, che l’hanno trasportato presso l’Ospedale ‘Perrino’ di Brindisi, dove è stato ricoverato nel reparto grandi ustionati, con ferite principalmente al viso e agli arti superiori. La prognosi è riservata, ma il 44enne non sarebbe in pericolo di vita; nella struttura non si conterebbero grossi danni.