Muore a 33 anni a bordo della sua auto, forse una copiosa emorragia la causa del decesso

È stato ritrovato senza vita e in una pozza di sangue il corpo di Salvatore De Punzio Morleo, 33 anni, di Erchie, dopo l’incidente automobilistico di poche notti fa.

Il ragazzo, che lavorava come meccanico nell’officina di famiglia, era a bordo della sua Mercedes E220, quando, sulla strada provinciale 109, che collega San Pancrazio Salentino a Veglie, all’altezza del comune vegliese abbandonato, Monteruga, intorno alle 23.30, orario in cui l’orologio del veicolo si sarebbe fermato, avrebbe perso il controllo dell’abitacolo, catapultandosi nelle campagne circostanti e restando intrappolato nell’auto, senza possibilità di chiedere aiuto.

A fare la scoperta del corpo, molte ore dopo, sarebbero stati alcuni lavoratori agricoli che passavano da lì per andare a lavorare nei campi. Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118, i Vigili del Fuoco del comando provinciale di Lecce, e i Carabinieri della stazione di Veglie, che accerteranno l’esatta dinamica dell’incidente mortale. Una morte straziante, che potrebbe essere stata causata da una lenta e copiosa emorragia dovuta ad una grave lesione all’arteria femorale. Dopo tutti i rilievi del caso, la salma del giovane è stata portata presso l’abitazione che condivideva con i genitori, sgomenti e profondamente addolorati, e ieri, mercoledì 22 maggio 2019, alle 16.30, si svolgeranno i funerali nella Chiesa Madre di Erchie.

Ottica Fiorentina