Squinzano festeggia Sant'Antonio Abate con la processione e i Falò in Suo onore

Continuano i festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate nella cittadina di Squinzano, dove nelle settimane successive al grande falò che si accende a Novoli, le Chiese della Città costruiscono, sulle orme dei novolesi, piccoli falò per il Santo egiziano.

Si è giunti, infatti, alla 43ª Sagra del Falò, che si terrà domenica 26 gennaio 2020, in Piazza San Nicola a Squinzano, e che comprende una serie di eventi collaterali, religiosi e civili, organizzati dalla Comunità Parrocchiale San Nicola, l'Azione Cattolica Italiana e la Confraternita San Giuseppe Patriarca. Domenica, 26 gennaio, alle ore 16, sempre in Piazza S. Nicola, si terrà la Benedizione degli Animali, di cui Sant'Antonio è considerato il protettore, prima di prendere parte alla processione, che avrà inizio alle ore 18.30, e procederà per le seguenti vie: Piazza San Nicola, Veneto, Garibaldi, S. Giovanni, S. Michele, Regina Margherita, Diaz, S. Vincenzo, Matteotti, Umberto I, Piazza San Nicola. Al rientro, oltre al sorteggio degli animali e di un prosciutto, sarà acceso il Falò in onore del Santo, in una serata di condivisione e beneficenza, animata dal sosia di Renato Zero, durante la quale i cresimandi delle Parrocchie S. Nicola e Mater Domini saranno coinvolti in prima persona nella preparazione della pasta e ceci la cui vendita, insieme alla carne di cavallo e alle pucce, sarà utile e necessaria per raccogliere fondi da destinare alle popolazioni colpite dal terremoto, in Albania.

Sabato 25 gennaio, invece, il rito del fuoco in onore di Sant'Antonio Abate sarà proposto dalla Parrocchia Mater Domini, che prevede alle 18 la Benedizione degli Animali, alle 18.30 la Santa Messa e, alle 19, l'accensione del Falò, con l'estrazione finale di tre premi e l'evento “Sapori della tradizione”, con la degustazione di pittule, bruschette e panini.

Ottica Fiorentina