Le tante facce dell'Oratorio 'Don Tonino Bello', uno spazio sociale aperto a tutti

Una società è fatta principalmente di relazioni sociali ed interpersonali, occasioni di scambio, confronto, condivisione, accoglienza, appartenenza e conoscenza reciproca.

È per questo che grandi personalità che hanno fatto la storia come San Filippo Neri o don Giovanni Bosco, crearono i primi Oratori, ambienti educativi per eccellenza, in cui si forgiavano e si formavano bambini e ragazzi, palestre di vita e responsabilità, che ancora oggi esistono e operano secondo gli stessi valori della solidarietà, della comunità e della socializzazione.

Così come l'Oratorio Giovanile “Don Tonino Bello” di Squinzano, aperto tutti i giorni dalle ore 17 circa, e dotato di spogliatoi, due campi di calcio, uno spazio per il divertimento dei più piccoli con altalene, una giostra girevole e varie forme d'intrattenimento, musica, spazi aperti o altri dedicati al gioco del biliardino, del ping pong e altro ancora. Uno spazio aperto a tutti, in cui chiunque può andare a socializzare, muovendosi in un contesto strutturato, organizzato e dalla forte intenzionalità educativa.

Una bellissima realtà locale di carattere sociale, sita in via Goldoni, che pian piano cerca di estendere i propri confini, uscendo dal territorio squinzanese per crescere e fare rete anche con altre realtà fuori dal proprio Comune, rendendosi disponibile alla realizzazione di attività e manifestazioni con enti e soggetti anche di Comuni limitrofi, oltre a 'collaborazioni' con la scuola calcio Memory Nicola Tomasi e l'Oratorio Santa Maria delle Grazie.

I gestori dell'Oratorio, infatti, rendono nota attraverso il nostro giornale, la poliedricità e la molteplicità delle funzioni e dei servizi proposti dall'Oratorio stesso, dove possono realizzarsi partite di calcetto, tornei, spettacoli, feste di compleanno o iscrizioni alla scuola calcio, passando dalla cultura al teatro, dalla musica allo sport, e al tempo libero. L'Oratorio può accogliere ed ospitare associazioni sportive che vogliano realizzare eventi di ogni genere, giornate a tema, manifestazioni di scolaresche, aule di catechismo per eventuali giornate da trascorrere fuori dal solito luogo di incontro, corsi di formazione, spettacoli di compagnie teatrali, oppure attività di doposcuola che può svolgersi negli ampi spazi presenti nella struttura. E se tante attività ed eventi sono stati realizzati nel corso di questi anni, dall'incontro con don Luigi Ciotti a tornei calcistici composti da varie squadre, da incontri con grandi personalità come il dottore Peppino Palaia alla realizzazione di laboratori come quello di lingua inglese, da tornei di calcio tra non vedenti ai Campus dell'Associazione Libera e altri eventi di diverso genere e significato, come lo spettacolo “I Pigiamini” della compagnia teatrale dei Burattini che si terrà domenica 22 dicembre prossimo, tante altre se ne realizzeranno già a cominciare dal nuovo anno ormai alle porte. I ragazzi e le ragazze che collaborano alla gestione dell'Oratorio, infatti, ricordando che chiunque volesse in questi giorni può comprare un biglietto per vincere un buono di 50 €, e il cui ricavato servirà per acquistare un biliardino per l'Oratorio, ci svelano alcuni dei progetti in cantiere che già da gennaio potrebbero prendere il via, come un corso di musica, alcuni laboratori per bambini, e un torneo a cui possono iscriversi i nati negli anni 1999-2000-2001, di cui si daranno approfondimenti in seguito.

Per qualsiasi informazione ci si può rivolgere al seguente numero: 3477299638.

 

È chi ne fa parte che fa un Oratorio, non il contrario”.

 

 

     

     

Ottica Fiorentina