Si celebra la Madonna del Garofano con la processione e la ‘Festa te la Virdicula’ in Piazza

Ci sono tradizioni che non muoiono mai, alimentate da un’estrema fede, da una devozione profonda e da un forte attaccamento alle proprie abitudini, usanze e riti.

E in virtù di questo, si torna a celebrare e festeggiare la Madonna del Garofano, il cui culto è strettamente legato alla figura di Maria Manca, la donna squinzanese vissuta nel 1600 e alla quale, più di quattrocento anni fa, in un podere che oggi prende il nome di “Nunziatella”, apparve la Madonna che le consegnò un garofano da portare in dono al Santissimo Crocifisso di Galatone. La pia donna guarì da una lunga malattia e conservò per tutta la vita l’impronta di un garofano sulla mano, e questo evento miracoloso viene ricordato e celebrato ancora oggi, a distanza di secoli, con lo stesso entusiasmo e stupore di sempre.

Tanti gli eventi che in queste mese si sono susseguiti in onore della Madonna del Garofano, alla quale è dedicato il Santuario edificato nel 1618 per volere della donna miracolata, come ad esempio il concerto mariano “Un Canto per Maria” dell’11 ottobre scorso, la Meditazione Mariana animata dai giovani dell’Associazione ‘21 Ottobre 1618- Opera Maria Manca’, o il Ciclopellegrinaggio, tenutosi ieri mattina, al Santissimo Crocifisso di Galatone a cura della Pro Loco di Squinzano. Oggi, lunedì 21 ottobre 2019, alle ore 15, presso la Nunziatella, ci si incontrerà per “L’Ora dell’Apparizione”, a cui seguirà la benedizione dei garofani; alle 16 si terrà, invece, la processione per le seguenti vie del paese: M. Manca, Diaz, Maggiore Galliano, Paisiello, XXV Luglio, Puccini, Garigliano, Arno, Po, Lecce, Paolo VI, Suor Maria Antonietta Reale, San Domenico Savio, Cairoli, Pozze Nuove, San Francesco, Frassaniti, Vittorio Emanuele, Piazza Plebiscito, Umberto I, Chiesa, Piazza San Nicola. In occasione della processione, torna anche quest’anno il Concorso Floreale relativo agli addobbi di intere strade interessate dalla processione, o da singoli cittadini che si impegneranno per realizzare ‘la strada più bella’ tra addobbi e allestimenti vari.

Al rientro dalla processione, si terrà la Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E. Mons. Luigi Pezzuto, Nunzio Apostolico in Bosnia Erzegovina, Montenegro, Montecarlo. Sul sagrato della Chiesa Madre, intorno alle ore 20, in collaborazione con la Pro Loco Squinzano, si terrà la “Festa te la Virdicula e de lu mieru de Schinzanu”, con il gruppo musicale di pizzica ‘Talitakum – taranta migrante’.