Ipoacusia, un problema apparentemente invisibile: se ne parla al Medex con il dott. Capone

Si terrà presso il Centro Medex in via Campi a Squinzano, un interessante corso di aggiornamento Ecm, tra i pochi in Italia, “Ipoacusia, un problema apparentemente invisibile”.

Si affronterà l’ultima frontiera della connessione tra ipoacusia, disturbi dell’equilibrio e declino cognitivo, con il medico otorinolaringoiatra squinzanese Alfredo Capone, perfezionato in Vestibologia (Masterclass europeo) e Rinoallergologia. L’evento si terrà sabato 28 settembre 2019, con inizio alle ore 8.30, con la registrazione dei partecipanti e la presentazione dei Razionali scientifici dell’evento. Dalle 9.30 il Responsabile scientifico dott. Capone illustrerà ai presenti il tema “Deficit uditivi: cause ed incidenza sulla popolazione adulta” e “Ipoacusia e difficoltà cognitive: una correlazione sempre più chiara”. Alle 12, invece, dopo una breve pausa, la dottoressa Sara Caforio parlerà di “Ipoacusia: analisi delle ricadute psicologiche in relazione alla fase di ciclo Vitale”.

Alle 12.30 si procederà con l’Attività Formativa su presa in carico e counseling del paziente ipoacusico, con il dott. P. Avantaggiato, e nuove tecnologie per l’udito e prova d’ascolto con il dott. F. Calvano. In seguito, si terrà una discussione sui temi trattati nell’attività formativa ECM, un test di apprendimento e la compilazione di schede di valutazione circa l’evento formativo, che il dott. Capone commenta così con una nota su Facebook: “Nella mia vita professionale ho presieduto congressi e relazionato dalla Lettonia al Portogallo e dal Piemonte alla Sicilia, ma presiedere, per la prima volta, un congresso di vestibologia sulla connessione otoneurologica, nella mia Squinzano, mi dà l'emozione di uno scolaretto”.