'La Sposa del Chiostro' di Sara Foti Sciavaliere alla Fondazione Palmieri

Lecce. Sarà presentato venerdì 28 febbraio, a partire dalle 18.00, presso la Fondazione Palmieri di Lecce (vico dei Sotterranei) La Sposa del Chiostro, il romanzo di Sara Foti Sciavaliere.

L'opera, edita da Il Raggio Verde, presenta in copertina un particolare dello stemma di Palazzo Lubelli fotografato da Dora Foti Sciavaliere, autrice anche degli scatti di alcuni luoghi simboli del capoluogo barocco presenti tra le pagine del romanzo. A introdurre la presentazione sarà Carla Palmieri, responsabile della Fondazione, mentre dialogherà con Sara Foti Sciavaliere il giornalista Raffaele Polo.

L'autrice de La Sposa del Chiostro aiuterà il pubblico a conoscere meglio la location che ospita l'evento, ovvero la Chiesetta di San Sebastiano. In che periodo si colloca la storia raccontata dal romanzo storico in questione? Ambientate in Terra d’Otranto, principalmente a Lecce con qualche incursione a Gallipoli, a cavallo tra XVIII e XIX secolo, le vicende dei protagonisti si inseriscono nel contesto storico che deriva dal burrascoso periodo repubblicano del 1799 fino alla cacciata dei francesi nel maggio 1802 per poi assistere al ritorno del governo napoleonico (ciò nell'epilogo del romanzo, con un inaspettato colpo di scena!).

Personaggio principale della storia è Virginia Bentivoglio, una filia matris ignotae, che per sconosciute ragioni incontra la benevolenza di Madre Matilde, l’Abadessa del monastero delle Benedettine di Lecce, la quale la vorrà con sé tra le educande dai nobili natali e le maldicenze bisbigliate nel silenzio del chiostro. Quando però sarà una postulante, a un passo dal noviziato, la Madre abadessa spingerà la giovane Virginia fuori dalle mura di San Giovanni Evangelista, affidandola alle cure di una benefattrice, la baronessa Celeste Lubelli. Le ragioni che muovono Madre Matilde non sono ancora chiare alla ragazza, a disagio fuori dal chiostro, finché nel corridoio di palazzo Lubelli incontra Giulio Tafuri, il fratello di Donna Celeste, che la porterà a scavare più a fondo dentro di sé e l’aiuterà a rintracciare quel suo passato ignoto, la verità che aveva preceduto il suo abbandono alla ruota dei gettateli. 

L'autrice, vissuta tra Calabria e Sicilia, ma di origini pugliesi da parte materna, ha scelto di stabilirsi nel Salento, anche se viaggia spesso per ragioni professionali. Laureata in Lettere Moderne con indirizzo artistico, Sara è guida turistica, giornalista e blogger, da sempre appassionata di scrittura. Collabora con riviste online, diversi suoi racconti sono stati pubblicati all'interno di antologie e ha all'attivo la pubblicazione di un precedente romanzo storico dal titolo Il profumo dei gelsomini (Pink Books, 2019).

Ottica Fiorentina