Tentato furto e detenzione di sostanza stupefacente: due ragazzi ai domiciliari

È andata male ad un 30enne di Cellino San Marco, P.G., che lo scorso 10 ottobre si sarebbe introdotto in casa di un'anziana del posto, con l'intento di derubarla.

La donna, però, lo avrebbe scoperto e colto in flagrante, mentre cercava di entrare in casa intrufolandosi dalla finestra, tanto che il ragazzo scappò via facendo perdere le sue tracce e senza riuscire a portare vie nulla. Gli inquirenti, però, sono riusciti a risalire alle sue tracce e, dopo le formalità di rito, nella giornata di ieri è stato posto ai domiciliari. L'ordinanza è stata emessa dal giudice del Tribunale di Brindisi, che ha disposto il fermo del trentenne con l'accusa di tentato furto in abitazione. Un altro caso che si aggiunge ai moltissimi episodi avvenuti durante l'estate nel paese, e che fecero mobilitare il sindaco e le forze dell'ordine per garantire e tutelare il bene prezioso della sicurezza. Sempre a Cellino S. Marco, inoltre, un altro ragazzo del posto, G.P., 26 anni, è stato posto ai domiciliari, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, dopo essere stato arrestato la sera del 18 novembre scorso, perché, in seguito ad una perquisizione domiciliare, risultò essere in possesso di 12 grammi di cocaina e di materiale utile al suo confezionamento.

Ottica Fiorentina