Quarta edizione de l' “Alba salentina in sella”: 250 moto e 400 partecipanti

Il MotoClub Salentum Terrae organizza la quarta edizione de L'alba salentina in sella, estate 2017, un evento motociclistico che si svolge completamente di notte.

Un modo particolare ed affascinante per promuovere il Salento, in quest'edizione che si svolgerà oggi, sabato 15 luglio 2017; l'intento è quello di promuovere il territorio, senza dimenticare la solidarietà per i bambini di CUOREAMICO. Il ricavato delle iscrizioni, infatti, che hanno un costo di 5 €, andrà in beneficenza al progetto. La manifestazione ha il patrocinio del Comune di Cavallino, SAC Serre Salentine - Poggiardo- CEA Terre di Enea. La partenza di questa edizione sarà da Cavallino, Città d'Arte e di Cultura, nota per la sua storia che affonda le sue radici in un passato messapico e meta di turisti attratti dalle sue bellezze architettoniche, dal Museo Diffuso e dalle numerose iniziative che si svolgono nel corso dell'anno. A precedere la partenza sarà uno spettacolo di musica popolare e la degustazione di “friselline” offerte da alcuni ristoratori del posto. Saranno ben 250 le moto che partiranno da Piazza Castromediano, con 400 partecipanti.

«Abbiamo l'onore e il piacere di ospitare la partenza da Cavallino di questa iniziativa che unisce bellezze del territorio e solidarietà – dichiara il Sindaco di cavallino Avv. Bruno Ciccarese GorgoniNon è un caso che “L'alba salentina in sella” parta da Cavallino: la nostra cittadina possiede bellezze architettoniche e paesaggistiche che ben si inseriscono tra i luoghi che il tour in moto toccherà, tra cui il parco messapico di Vaste e il faro della Palacìa, uno dei punti più affascinanti d'Italia. E rende onore agli organizzatori devolvere il ricavato in beneficenza e a sostegno di quanti hanno bisogno». Questo il programma della manifestazione:

Ore 21: ritrovo presso Piazza Castromediano a Cavallino;

Ore 21.30: partenza con direzione Vaste, percorrendo l'entroterra salentino;

Ore 23: visita al Museo della Civiltà Messapica di Vaste, dove sono conservati i reperti messapici, le epigrafi, i corredi funebri, alcuni scheletri e fregi provenienti dalla grande necropoli della zona.

Ore 2: arrivo al Faro di Santa Maria di Leuca, con sosta ristoro al bar situato sul piazzale.

Ore 3.30: partenza sul versante adriatico per arrivare al Faro della Palascia ed attendere l'alba. Una novità importante sarà che il tenore salentino Raffaele Pastore delizierà i partecipanti con la sua splendida voce cantando il “Nessun dorma” da Turandot di Puccini sul Faro della Palascia (da dove è situata la lampada del faro).

Ore 7: colazione presso "Caffettino bar" in via Adriatica n. 4 angolo via Brenta, a Lecce, dove ci verrà offerto il pasticciotto leccese ed un ottimo caffè.

Ottica Fiorentina